Processo al Clnv a Vicenza, l’audio integrale dell’avv. Fogliata

By 0
6591
Processo al Clnv a Vicenza, l’audio integrale dell’avv. Fogliata

by www.serenissima.news

Processo contro gli indipendentisti veneti del Clnv (Comitato di Liberazione Nazionale Veneto), ecco l’audio integrale dell’attesissimo intervento dell’avvocato Renzo Fogliata.

L’audio integrale dell’avvocato Fogliata al processo

Mettetetevi comodi. Non è certo usuale, per un sito web, pubblicare file multimediali di un’ora e 39 minuti. Ma la discussione dell’avvocato Renzo Fogliata al tribunale di Vicenza nel processo agli indipendentisti veneti del Clnv merita di essere ascoltata integralmente, perché dà dignità giuridica, dignità di argomenti rispettabili, alle tesi giuridiche degli indipendentisti veneti, finora sempre liquidate come fossero barzellette e idee senza fondamento.

Nel tribunale di Vicenza, nell’udienza del 26 febbraio 2021, l’avvocato Renzo Fogliata, difensore di un gruppo di imputati, ha parlato per un’ora e 39 minuti, chiedendo l’assoluzione per tutti dal reato di cui sono accusati, che è quello di “istigazione a non pagare le tasse“.

Ma chiedendo soprattutto ai giudici di non liquidare con un sorrisetto gli argomenti di diritto internazionale da sempre affermati dagli indipendentisti del Clnv. Sono argomenti, ha affermato Fogliata, che non sono campati per aria, hanno la loro dignità, possono essere discussi, contestati con argomenti, ma non sorvolati e liquidati con una battuta.

Indipendentisti veneti, non evasori fiscali

Secondo Fogliata, nessun reato è stato commesso dagli imputati. Sono indipendentisti veneti, non evasori fiscali. La loro azione non mira a non pagare le tasse, ma ad affermare l’indipendenza del Veneto. Il rifiuto di pagare le tasse ad uno Stato, l’Italia, giudicato e sentito come illegittimamente occupante i territori dello Stato Veneto, è una conseguenza di questa legittima convinzione ed azione politica.

PER APPROFONDIRE La svolta storica nelle udienze precedenti del processo

PER APPROFONDIRE Giudice sostituito, l’avvocato Fogliata non ci sta

L’ALTRO PROCESSO L’Appello gela la Procura: lavorare per l’indipendenza non è reato

Il processo si concluderà tra poche settimane, il 25 marzo 2021, quando è fissata l’udienza conclusiva, perché il pm ha chiesto di poter replicare alle argomentazioni della difesa.

Lo Stato Veneto non è Topolinia

“Cari giudici – ha detto l’avvocato Fogliata – per giudicare voi dovete comprendere qual è l’ambito in cui questa gente si muove. Non siamo di fronte a persone che si svegliano una mattina e proclamano l’indipendenza di Topolinia”.

“Lo Stato Veneto non è una fantasia, per oltre mille anni lo Stato Veneto è stato uno dei più rappresentativi Stati d’Europa, la Serenissima ha fondato un impero, ha posseduto Costantinopoli, la sua flotta ha dominato per secoli il Mediterraneo”.

Quando nel 1970 – ha ricordato Fogliata – sono state istituite in Italia le Regioni, lo Statuto del Veneto, che è legge dello Stato italiano, all’articolo 2 parla, caso unico in Italia, di “autogoverno del popolo veneto“, del diritto del popolo veneto a reggersi in autonomia secondo le sue tradizioni. Non si ritrova nulla di simile negli Statuti delle altre Regioni”.

“Se esiste, come esiste, una storia millenaria dello Stato Veneto, se esistono queste idee, ebbene devono essere rispettate – ha detto Fogliata -. il Pm in sostanza dice che ci sono quattro pellegrini che si rifanno alla legge Calderoli che ha abrogato la legge di annessione del Veneto all’Italia, risate generali da parte del Pm che si limita a ricordare che esiste la Costituzione e l’Italia unica e indivisibile”.

Una e indivisibile? Eppure all’Istria ha rinunciato

“Ma questi argomenti debbono essere discussi – continua Fogliata -. Non ci si può limitare ad una risata, se la norma che sanciva l’annessione del Veneto all’Italia è stata effettivamente abrogata, probabilmente anche per errore, con un provvedimento che abrogava tante leggi inutili”.

“Ma è stata abrogata, e non basta il richiamo alla Costituzione, all’Italia una e indivisibile. Perché queste norme costituzionali – ha osservato Fogliata – hanno ben permesso nel 1974 alla Repubblica Italiana di rinunciare formamente all’Istria, che era italiana, e nessuno ha detto che la rinuncia era illegittima perché l’Italia è una e indivisibile! Quindi siamo di fronte a tesi rispettabili, contro cui si può argomentare, ma che non possono essere liquidate con una risata”.

Il processo di Vicenza, nonosante ad ogni udienza si siano sempre radunate davanti al Tribunale decine e decine di persone con bandiere di San Marco, che chiedevano di poter assistere al dibattito, si è svolto scegliendo sale di dimensioni ridotte, che di fatto, anche per le norme anti-Covid, non permettevano la presenza di pubblico, e persino talvolta – come è avvenuto nell’udienza del 26 febbraio – non permettevano neppure la presenza di tutti gli imputati.

Per questo motivo, dato il rilevante interesse della discussione fatta nel processo dall’avvocato Renzo Fogliata, Serenissima News ha deciso di pubblicare l’audio integrale.

Aiutaci a crescere, metti