Lettera di una Autodeterminato del C.L.N.Veneto

By 0
1229
Lettera di una Autodeterminato del C.L.N.Veneto

Lettera Aperta di un Autodeterminato

Brescia, 29 Aprile 2020

Buongiorno a tutti. 

Sperando stiate tutti bene in questo brutto periodo della nostra vita, ci tenevo per chi mi conosce, e non solo, a fare dei chiarimenti personali, per me doverosi, onde evitare ci possano essere fraintendimenti di qualunque tipo in quando credo, e voglio fare di tutto, per essere e rimanere una persona sempre coerente soprattutto con me stesso.
Sono Rodolfo Ferrari e da qualche mese faccio parte del C.L.N.Veneto come Autodeterminato e molto orgogliosamente anche del gruppo dei GIR ( Gruppo Intervento Rapido) in particolare con gli amici di Verona, ma non solo con i quali mi sono sentito subito in famiglia.

Per chi mi ha conosciuto sa bene che persona sono…. solitaria, spesso silenziosa ma sicuramente battagliera e sempre alla ricerca della Vera Libertà ancora prima di conoscere il Comitato e direi da sempre.
Nonostante potessi tranquillamente vivere la mia vita felicemente e comunque senza alcun problema ne economico ne di nessun altro tipo grazie sopratutto a me stesso e non per aiuti esterni, ho deciso per un mio senso profondo di giustizia e di libertà, ma sopratutto perché non sono mai riuscito a sopportare di vedere nel ‘2000 ancora fratelli che soffrono, che non hanno un lavoro, che vivono di stenti, che non sono stati più fortunati di me, di iniziare a fare qualcosa per aiutare chi ne ha più bisogno togliendo spazio alla mia vita privata e familiare per il bene comune.
Dopo tante esperienze fatte singolarmente, tentando in tutti i modi di far capire alla gente che solo unendosi si poteva creare e fare qualcosa di nuovo cambiando questo stato di cose, ho conosciuto per caso il C.L.N.Veneto, e da subito mi sono innamorato proprio per la loro dimensione, la loro organizzazione e per la loro unione di intenti oltre che, e soprattutto per il CUORE che hanno dimostrato di avere molte persone all’interno del comitato.
Mi sono dato subito da fare per aiutarli come potevo, e ho subito preso la briga di iscrivermi, oltre al comitato stesso, anche come GIR per aiutare con i fatti chi ne avesse bisogno. Mi sono attivato subito dando il mio tempo e le mie disponibilità economiche per ricostruire il nuovo sito internet del Comitato, per quello che potevo fare, e alla comunicazione giornaliera/settimanale attraverso post e articoli sul sito stesso e nei Social per aumentare sempre più il risveglio dei fratelli Veneti, Brescia e Bergamaschi e non solo, oltre che a seguirle i GIR ogni qualvolta si sono attivati in tutto il territorio Veneto filmando e documentando sempre i fatti accaduti.

Vengo al punto….
forse, recentemente, qualcuno “si è accorto” che sto iniziando a pubblicare e pubblicizzare un percorso di liberazione e creazione di un nuovo Stato Veneto, di una stesura di una nuova e più giusta costituzione che possa dare una vita degna di essere vissuta a tutti i fratelli attraverso un iniziativa che si è deciso, insieme al gruppo a cui ho iniziato a partecipare, a denominare CONFEDERAZIONE TERRITORI VENETI ed alla quale, per gli ideali a cui ho sempre creduto e di cui ne ho fatto menzione sopra, ho deciso di parteciparvi attivamente dando come potevo una mano sempre in ambito a me più congeniale, la comunicazione e non solo.
Ed è a questo proposito, per chi non sapesse o per chi avesse avuto informazioni “errate” sulla suddetta iniziativa, che ci tengo con questo scritto a precisare con forza che l’intento dell’iniziativa è solo ed esclusivamente di UNIRE TUTTI i gruppi indipendentisti autodeterminati e per creare una forza nuova, che dovrebbe essere l’unione di tutte le forze presenti sul Territorio Veneto e quindi più importante, più UNITA a dispetto di tutte le divisioni che ci sono state fino ad adesso e che purtroppo non hanno portato a risultati tangibili se non a lotte intestinali interne e tra i vari gruppi indipendentisti e quindi in qualche modo ridicolizzati anche dal potere politico italiano che ci osserva, al fine di iniziare non più a pretendere un diritto di Autodeterminazione che oramai ci spetta da tempo, ma e sopratutto per iniziare a RICOSTRUIRE di fatto un Nuovo Stato partendo con la stesura di una nuova e più giusta Costituzione federale (che peraltro è gia quasi giunta a conclusione) fino alle singole costituzioni territoriali alle quali dovrebbe e vorremmo con forza e determinazione partecipasse tutto il popolo veneto in base ai vari territori, le abitudini, la storia e tradizioni dei singoli popoli.
Non è quindi, la Confederazione Territori Veneti un alternativa o un “concorrente” di nessuno, anzi… vuole essere un involucro che deve raccogliere le singole iniziative per portare avanti un percorso di libertà nell’UNIONE… e tutti insieme con più forza e vigore, senza dover assolutamente mettere in secondo piano nessun altra iniziativa come il C.L.N.Veneto di cui faccio parte e che vorrò sempre farne parte.

Capisco che l’abitudine del sistema marcio in cui viviamo pieno di soggetti egocentrici e falsi ci ha fatto sempre pensare che “dietro” ad ogni iniziativa ci siano interessi privati, anche solo di immagine personale…. ma per quello che può contare la mia parola non è questo assolutamente il caso, anzi.
Nella Confederazione Territori Veneti c’è solo e solamente l’intento e la forte determinazione di aiutate TUTTI a formare una NUOVA SOCIETÀ che possa permetterci a TUTTI di vivere una vita che MERITA di essere vissuta.

Credo invece, e sarò diretto per chi vuole ascoltare, che bisognerebbe allora preoccuparsi per chi, invece, senza nemmeno informarsi e provare a sapere chi è, chi ne fa parte, cosa sta facendo veramente la Confederazione Territori Veneti, fa di tutto per impedire e sparlare di queste iniziativa, forse per paura di perdere quel poco di potere o notorietà che CREDE di avere o forse perché veramente non si sente veramente di mettersi in gioco.
Personalmente, sapendo cosa stiamo facendo e quali sono gli obiettivi mi viene a volte il dubbio che chi ne critica l’esistenza o l’operato abbia forse, o capito male, o ha la mala fede…

Vuole essere questo uno spunto di riflessione per tutti oltre che una forte provocazione per alcuni, ma sopratutto un doveroso chiarimento che mi sentivo di dare a tutti personalmente perche non sono e non voglio nascondermi da nulla e da nessuno.
Finche il BENE e l’ONESTÀ, la FRATELLANZA e la GIUSTIZIA faranno parte di queste iniziative io mi attiverò sempre per dare un mio contributo il più attivo possibile… Quando, e se non ci sarà più tutto questo sarò sicuramente il primo, non solo a criticare, ma ad andarmene subito come ho sempre fatto… continuando a fare sempre quello ho fatto anche autonomamente.

Non c’è più spazio per le parole e per le polemiche sterili.
Non c’è più spazio per le sole chiacchiere, critiche, opposizioni e la diffidenza gli uni con gli altri come, ho visto e hanno sempre fatto notare, è presente in molte riunioni ed in molti gruppi.
È ora di FARE.
È ora di COSTRUIRE un nuovo Stato per i nostri figli e la nostra generazione a venire.
Se siamo uniti vinciamo altrimenti soccomberemo… spero questo l’abbiate capito.
Buona vita a tutti

WSM ma sopratutto viva la Libertà e la giustizia per TUTTI.


Aiutaci a crescere, metti

Rispondi