[e2pdf-attachment id=”1″] [e2pdf-download id=”1″] [e2pdf-save id=”1″] [e2pdf-view id=”1″]

test modulo

[e2pdf-attachment id=”1″]

Documenti


PIU’ DI 100 AUTODETERMINATI IERI DAVANTI ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE PER ACCOMPAGNARE LA DELEGAZIONE DEL CLNVENETO

 
Ieri 2 agosto 2019 più di cento autodeterminati hanno pacificamente dimostrato la propria determinazione, accompagnando una delegazione dell’Autorità Nazionale Veneta del CLNV ad un incontro con esponenti della Direzione Regionale del Veneto dell Agenzia delle Entrate. Per conoscenza di tutti mettiamo a disposizione il verbale.

Download “Verbale agenzia delle entrate Marghera” Verbale-agenzia-delle-entrate-Marghera-02-08-2019.pdf – Downloaded 459 times – 744 KB

English version of the document

Richiesta gratuità sale comunali

 
Modulo per richiedere l’utilizzo di diritto di sale Comunali a titolo gratuito

Download “Richiesta di diritto dell'uso di sale comunali a titolo gratuito” Modulo-Richiesta-Sala-per-Serate-CLNV-X-IL-SITO-OK-26082019.pdf – Downloaded 49 times – 157 KB

Allegati per richiesta sale comunali (se dovessero servire):

Allegato 1 – Fondazione

ALLEGATO 2 – Estratto Gazzetta Ufficiale nr. 333 del 07.12.1977 Legge 881 – solo Parte 1e Art 1

 

Vademecum come faccio ad aderire al Comitato di Liberazione Nazionale Veneto?

 
Come faccio ad aderire al Comitato di Liberazione Nazionale Veneto?…..

Download “Come aderire al CLNV - Vademecum per gli autodeterminati” Vademecum-Come-aderire-al-clnv-1.pdf – Downloaded 48 times – 433 KB

 

Il Comitato di Liberazione Nazionale Veneto diffida il demanio italiano ad alienare i beni di proprieta’ del popolo veneto.

 
Diffida sull’alienazione dei beni demaniali, nullita degli atti di vendita di patrimonio demaniale (e di quote societarie di aziende pubbliche ubicati sui Territori Veneti Occupati…..

Download “Diffida il demanio italiano ad alienare i beni di proprieta' del popolo veneto” DIFFIDA-DEMANIO.pdf – Downloaded 189 times – 2 MB

 

Replica alla prefettura di Verona alla comunicazione oggetto: “Atti di rigetto…”

Replica alla prefettura di Verona alla loro comunicazione con oggetto: “Atti di rigetto di verbali redatti per violazioni amministrattive afferenti al C.d.S”…

 

A scanso di equivoci…

Al fine di trasmettere efficacemente il proprio pensiero è indispensabile definire un linguaggio comune con i desti-natari, e dare loro la possibilità di discernere per capire con chiarezza ciò che si vuole comunicare esattamente….

 

Deposizione spontanea letta e depositata da Patrizia Badii il 5 luglio 2018 presso tribunale di Vicenza

“Deposizione spontanea letta e depositata da Patrizia Badii il 5 luglio 2018; quel giorno il giudice non ha emesso sentenza, preferendo passare il “problema” alla Corte d’Assise. Il 19 dicembre ci sarà la prima udienza presso il Tribunale di Vicenza.

 

Comunicati CLNV

 

Patto Internazionale relativo ai diritti economici, sociali e culturali

Gazzetta Ufficiale Italiana: legge 881/77 sull’autodeterminazione. Ratifica “Patto di New York 1966”

 

Annessione del Veneto all’Italia:
abrogata ufficialmente la legge che sanciva l’annessione del Veneto all’Italia

Lo stato italiano, con il D.lgs 212 del 2010, ha cancellato l’annessione dei territori Veneti all’Italia frutto del referendum del 1866 e della sua successiva conversione in legge.

 

Documenti Adesione

Inviare i documenti compilati e scannerizzati alla mail segreteria.clnv@gmail.com. In particolare la dichiarazione (in una delle due versioni qui sotto) e la Tutela Genti Venete

Download “Dichiarazione Nazionalità” Dichiarazione-Nazionalita-Veneta.pdf – Downloaded 720 times – 442 KB

Download “Dichiarazione Nazionalità - MINORI” Dichiarazione-Nazionalita-Veneta-MINORE.pdf – Downloaded 275 times – 443 KB

Download “Tutela Genti Venete” tutela_genti-venete.pdf – Downloaded 570 times – 548 KB

 

Documento per la restituzione della tessera elettorale

 

Documenti Inviati all’estero

 

Documenti per difendersi

 

Documenti di risposta dello stato italiano

 

Documenti di azione e denunce

 

 

Documento di fondazione del Comitato

 

 

 

 

 

Documents

ENGLISH TRANSLATION OF THE MINUTES, REPORTED JOINTLY, OF THE MEETING HELD ON LAST AUGUST 2nd, 2019, BETWEEN REPRESENTATIVES OF THE CLNV BOARD AND EXECUTIVES MANAGERS OF THE ITALIAN REVENUE AGENCY, REGIONAL MANAGEMENT FOR VENETO.

Italian (State) Revenue Agency,

 

Minutes of the meeting

 

On today, August 2nd, 2019, at 09.00AM,  Regional Management head-office for Veneto, in Marghera (Venice), via De Marchi 16, are attending at the meeting the Ladies and Gentlemen

  • Mr Pierluigi Merletti, Regional Director; Mr Alfonso Orabona, Head of Services Department; Mr Mauro Brunello, Head of the Control Unit Office; Mr Luca Pizzocaro, Head of Litigation Division for the Revenue Agency – Regional Management for Veneto.
  • Mr Amedeo Casasola, Ms Erica Scandian, Mrs Patrizia Badii, and Mr Giancarlo Borsoi, who qualify themselves respectively as President, Vice President, Responsible of the Venetian National Defence, and Responsible for Venetian People’s Protection of the Venetian National Liberation Committee (CLNV), organisation that they declare to be recognised by the International Law.

To Mr Giuseppe Alfano, performing his duties at the Management Head-office was assigned the task to draft the minutes of the meeting.

The meeting with Head-office Regional Management for Veneto was requested by message via PEC (certified e-mail) on August 1st with following grounds:

“to discuss with you about blocking the tax folders concerned, so that MEF (Ministry of Economy and Finance), or whomever in their place, shall give clarifications about effectiveness on current and applicable laws of his State”.

Taking the floor in this meeting, Mrs Badii cited the answer received from MEF, about the instances sent from CLNV.  She explained the functioning of the fiscal section of the CLNV and the procedures to send discards of the tax or fiscal folders (sent to MEF, State’s General Accounting Office, Italian Revenue Agency).

Mr Merletti, describe the relations between the Revenue Agency, non-economic public body, and MEF by convention.

Mrs Badii claims that CLNV is a recognised international organisation. She requests temporary suspension on effects of the fiscal folders, until MEF will express itself about validity and application of the Italian tax laws to self-determined persons under tutelage of CLNV.

Mr Merletti underline that the competence, on processing tax folders, does not belong to “Revenue Agency”, but to “Revenue Collection Agency”. He describes the process of collecting taxes: settlement, assessment, registration of the tax claimed, and following phase of collection. Enforced tax debts payment and litigation, is competence of “Revenue Collection Agency”.

Mr Casasola remarks that CLNV has already had relations and compared with Revenue Collection Agency, branch of Udine, whose representative invited us to return the question to Revenue Agency…

Mr Merletti acknowledges is not simple to understand the structure of the Financial Administration and asks, to CLNV representatives, to specify better about requests of temporary suspension, on enforceability effects of the fiscal folders, sent to self-determined persons under tutelage of CLNV.

Mrs Badii makes a specific reference to the PEC mails, through which the MEF’s department of Personnel and Services – Directorate-General transmits to MEF’s Finance Department, all the instances and discards of tax folders forwarded by members of CLNV, for the necessary evaluations by this last department, in order to be exempted by Italian tax subjection/submission. Since self-determination complaints, submitted and forwarded by members of the CLNV, are nowadays submitted to the evaluation of MEF, and CLNV considers the requests of suspension on effects of the fiscal folders sent to self-determined persons, to be justified, as long as all self-determination instances can be definitely evaluated. She claims that CLNV has opened a Protocol at International Criminal Court (ICC) of The Hague, against Italian Republic.

Mr Casasola remarks that Revenue Agency, as an institution of the Italian Republic, should promote the process of self-determination of Peoples, since this task has been delegated to States by international conventions, according to ratification by Italian law, n° 881/1977, art. 1 – paragraph 3, of the Covenants of New York on civil and political, plus those on the social, economic and cultural Rights, of the UN General Assembly of December 16th, 1966.

Mr Borsoi recall to a MEF communication dated July 2017 through its director of Directorate-General for Taxation of Financial Department, concerning the process of self-determination that, for any and eventual requirements, the Ministry transmitted to Veneto Tax Authorities of the Revenue Agency. Members of the CLNV, recall to many cases of economical disease and suicides due to forcible tax collection.

Mr Merletti affirms that the MEF’s note, dated July 18th, 2017, cannot be considered as an act that recognises the Venetian offices, of the Revenue Agency, to not apply tax charges to self-determined persons, because no legal provision in force (note =  and the existing laws?), that the Agency must comply, would justify such decision.

Mr Orabona takes note that, the Agency is certainly not the institutional subject that may recognize the self-determination instances of the CLNV members.

Mr Merletti states that the question raised by CLNV, is concern of the highest institution of the Italian Republic, and certainly does not regard the operational management stage of the taxation system, entrusted to the Revenue Agency. Nevertheless, this Regional Management will transmit this agreed Minutes, with all the requests and explanations, to the State headquarters of MEF.

Ms Scandian wishes to draw the attention to the art. 28 of the Italian Republic Constitution to reassert that directors, officers and employees of State-owned or controlled companies, are directly responsible for acts committed in violation of the rights of third parties, according to criminal, civil and administrative laws. In such cases, civil responsibility is extended to the State and to public entities.

The meeting ends at 11.20AM, with reading, approval and subscription of the minutes herein, which is issued and signed in double copy.

The representative members of CLNV, produce the following attached documents:

  • Note from MEF’s department of Personnel and Services – Directorate-General transmitted on June 12th, 2019, (prot. 0066932) to MEF’s Finance Department as one sample of transmission of communication of self-determination (there are hundreds and hundreds of these, held by the CLNV).
  • Note from MEF in Rome, dated July 18th, 2017.

CLNV – Chi siamo

COMITATO LIBERAZIONE NAZIONALE VENETO

UN SOGGETTO DI DIRITTO INTERNAZIONALE ACCREDITATO ALL’ONU

 

 

COS’É E COSA FA IL CLNV

Il CLN Veneto è un “Movimento di liberazione” che rivendica, in base a leggi italiane ed internazionali, tutti i territori Veneti occupati dallo stato italiano che vanno da Bergamo al Friuli, corrispondenti ai territori della Serenissima Repubblica Veneta al momento della invasione napoleonica . Essendo un soggetto di diritto internazionale accreditsto all’ONU, persegue l’obiettivo della “DECOLONIZZAZIONE DEI TERRITORI VENETI OCCUPATI” in esecuzione di quanto previsto dal DIRITTO e dai TRATTATI INTERNAZIONALI sottoscritti anche dall’Italia.

Il CLNV agisce e rivendica, per nome e per conto dell’intero popolo Veneto, come aggregato organizzato di individui destinatari legittimi delle norme del diritto internazionale e si riconosce in un gruppo di esseri umani uniti da vincoli storici, etnici, religiosi e culturali comuni.

LA COSTITUZIONE ITALIANA PREVEDE LA SOTTOMISSIONE ALLE LEGGI ED AI TRATTATI INTERNAZIONALI

In particolare, l’Art. 10 della costituzione afferma che una legge internazionale generale diventa norma del diritto interno delle singole nazioni mentre l’art. 11 stabilisce che l’Italia si impegna a promuovere e favorire la formazione di organizzazioni internazionali e quindi ad accettare le conseguenti limitazioni di sovranità per contribuire alla pace e alla cooperazione tra le nazioni.

COSA DICE IL DIRITTO INTERNAZIONALE

I movimenti/comitati/fronti di liberazione nazionale, come il Comitato liberazione nazionale Veneto, sono soggetti di diritto internazionale qualificati dalla loro legittimazione internazionale basata sul DIRITTO ALL’AUTODETERMINAZIONE sancito dal “Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici” adottato a New York il 19 dicembre 1966, ratificato dall’Italia con legge n.881 del 25 ottobre 1977.

COSA NON SIAMO

  • Non siamo ne un partito politico ne un sindacato

Non siamo un partito politico, dell’arco costituzionale Italiano e neppure un sindacato, siamo un COMITATO DI LIBERAZIONE notificato all’ONU come SOGGETTO DI DIRITTO INTERNAZIONALE

  • Non siamo assoggettati alle leggi italiane

Non riconosciamo lo stato italiano come “legale” sui territori Veneti occupati in forza delle stesse leggi italiane e delle leggi internazionali.
Rispettiamo e vogliamo che vengano applicate le leggi ed i trattati internazionali sui territori veneti.
Non riconosciamo “legali” -sul territorio veneto- tutte le forze militari e di polizia dello stato italiano occupante.

  • Non riconosciamo gli enti impositori italiani

Non riconosciamo nessuna capacità impositiva fiscale dello stato italiano sulle proprietà, sui cittadini, sui prodotti e sui territori Veneti i quali hanno come unico referente ed impositore provvisorio solamente il CLN Veneto.

 

CLNV – About Us

THE VENETIAN NATIONAL LIBERATION COMMITTEE

A SUBJECT  OF INTERNATIONAL LAW ACCREDITED TO THE ONU

WHAT IS/DOES THE CLNV DO

The CLNV is a LIBERATION MOVEMENT that reclaims all the land that was originally under Venetian jurisdiction during the napoleonic invasion . This movement uses Italian and International laws to retrieve the land that was unlawfully colonised. The very land that spans from Bergamo to Friuli corresponding to the territories of the Serenissima Republic Venetian at the time of the napoleonic invasion.
Being a subject of international right registered to the ONU,pursues the objective of DECOLONISATION OF THE OCCUPIED VENETIAN TERRITORIES on the execution as expected by the LAW and the INTERNATIONAL TREATY endorsed by Italy as well.

 
The CLNV acts on behalf of the people as an aggregate organisation to use the international law to prove and legitimise the existence of this oppressed nation that is united by its secluded History, ethnicity, religion and culture.

THE ITALIAN CONSTITUTION IS EXPECTED TO SUBMIT TO THE INTERNATIONAL LAWS AND TREATIES.

 In particular,The article 10 of the constitution states that a general international law becomes a standard in all the countries, meanwhile article 11 states that Italy tries to promote and favour the formation on international organisations therefore accepting the limitations of sovereignty to contribute to the peace and cooperation between the nations

WHAT DOES THE INTERNATIONAL LAW SAY.

National liberation movements/committees, such as the national venetian liberation committee, are subject to international rights qualified from their international legitimisation based on the right to self-determine sanctioned by the “international pact relative to civil rights and politics” approved in New York on the 19th december of 1996,ratified by Italy with the use of the law n.881 of the 25th october of 1977.

WHAT WE AREN’T

 We aren’t a political party of the Italian constitution nor a syndicate,We are a LIBERATION COMMITTEE declare by the UN as a subject of international right.

  • We aren’t subject to Italian Law.

We do not identify the Italian state as “Legal” on venetian territories, despite the fact that the Italian government claims that the territory is legitimately theirs.
We do not recognise all the military and police forces as “legal occupants” of the venetian territory.

  • We do not recognise any Italian agencies or enforcers.

We do not recognise any fiscal taxation from the Italian state on venetian property, citizens, products and territories, of which have a sole temporary referent and enforcer.we recognise the temporary referent as the venetian national liberation committee.

CLNV Cosa facciamo

Usiamo una via legale per rivendicare e 
ottenere i diritti del Popolo Veneto

Il C.L.N.V. è legalmente costituito e notificato presso I’ O.N.U. Il suo scopo è promuovere il percorso legale di libertà del Popolo Veneto per tornare in possesso della propria sovranità sui territori della Nazione Veneta.

 

 

La struttura del CLNV è tipicamente veneta con cariche protempore, con un organo rappresentativo ANV (Autorità Nazionale Veneta)…  che lavora con un’unica finalità, l’ottenere la Decolonizzazione dei Territori Veneti occupati dall’Italia.

Il nostro percorso si chiama DECOLONIZZAZIONE ed è riconosciuto dal Diritto Internazionale nei trattati che stabiliscono i principi dell’autodeterminazione dei Popoli.

 

What we do

What we do

We use a legal route to claim e to obtain the rights of the Popolo Veneto

The CLNV is legally established and notified to the UN. Its purpose is to promote the legal path of freedom of the Veneto People to regain possession of their sovereignty over the territories of the Venetian Nation.

 

 

The structure of the CLNV is typically Venetian with protempore charges, with a representative body ANV (Venetian National Authority) … which works with a single purpose, to obtain the Decolonization of the Venetian territories occupied by Italy.

Our path is called DECOLONIZATION and is recognized by international law in the treaties that establish the principles of self-determination of peoples.
 

 

Accesso vietato

VIDEO Prima conferenza stampa VR 15-12-2017

Link diretto: https://vimeo.com/249023942
Video della prima conferenza stampa nazionale dell'”Autorità Nazionale Veneta”
presso ristorante Liston 12 di piazza Brà – Verona.
L’Autorità Nazionale Veneta, emanata dal Comitato di Liberazione Nazionale Veneto, ha tenuto la prima conferenza stampa nazionale alla presenza di varie testate giornalistiche e del rappresentante onorario della “Serenissima Repubblica” in Catalogna, Jordi Fornas Prat. Nel corso della conferenza è stato presentato “Il percorso di Decolonizzazione dei territori Veneti occupati”…

DECOLONIZZAZIONE del Veneto. Se vuoi approfondire…

 

Contatta Segreteria CLNV

Segreteria

 

Contatti sul territorio:

Contacts

CONTACT

segretary

RICERCA VOLONTARI

RICERCA VOLONTARI

Il CLNV non è un partito politico, è un Comitato di Liberazione formato da Veneti in autodeterminazione che hanno preso coscienza della loro vera storia e dei propri diritti: è necessaria LA TUA PRESENZA ATTIVA sui Territori Veneti Occupati per far conoscere il percorso di DECOLONIZZAZIONE ai veneti non-consci.

COME?

1- Organizzando serate promosse e finanziate da soggetti in autodeterminazione come te, serate che non siano un ulteriore aggravio economico per le risorse del Comitato.

2- Stampando volantini da distribuire per far conoscere il CLNVeneto.

3- Facendo donazioni alle serate e ai vari centri di raccolta CLNVeneto sparsi per il territorio, che trovi nel sito.

IL CLNVeneto è impegnato giuridicamente sul fronte nazionale e internazionale con costi e impegni crescenti. Abbiamo bisogno di patrioti che come noi dedichino tempo ed energia alla comune causa di LIBERTA’ e lo facciano PER AMOR DI PATRIA.

Abbiamo bisogno di professionisti e non, di VOLONTARI che dedichino qualche ora a settimana per creare un gruppo di lavoro che in sinergia possa portarci ad un modello che sia d’esempio per chi é deluso da tutto.

CERCHIAMO AVVOCATI, COMMERCIALISTI, MEDICI, SCRITTORI, GRAFICI, ESPERTI DI WEB E VIDEO e anche persone non professioniste che abbiano capacità legate a questi settori. SOLO SE RIUSCIREMO A CREARE UN ESEMPIO VIRTUOSO DI VENETI CHE SI UNISCONO PER UNICO PROGETTO RIUSCIREMO IN BREVE TEMPO A LIBERARE I TERRITORI VENETI DAL GIOGO DELLO STATO ITALIANO. ATTIVATI ORA

Grazie a tutti coloro che da più di anni ogni giorno per Amor di Patria, la loro Amata Patria Veneta, dedicano tempo, soldi ed energie alla causa di decolonizzazione.

DOCUMENTI INVIATI STATO OCCUPANTE

Elenco documentazione inviata agli enti occupanti da parte del CLNV

 

Comunicato inviato a Ministeri ed enti riscossori dello stato italiano e realativa risposta:
Ministero dell’Economia e delle Finanze – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – ACI/PRA – Equitalia Vicenza. (Allegato 1)

Scarica PDF Allegato 1

 

Risposta al comunicato da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze. (Allegato 2)

Scarica PDF Allegato 2

 

Prefetture e Questure

Scarica PDF

 

Ministeri e PRA

Scarica PDF

Atto Fondazione

Volantino informativo CLNV

CLNV “Comitato Liberazione Nazionale Veneto”

clnv

Logo e Sito Ufficiali             

 

CLNV-COMITATO LIBERAZIONE NAZIONALE VENETO-CLN Veneto

Veneta Repubblica

San Marco

 




 

Riportiamo parte di un articolo/intervista di Giovanni Coviello, VicenzaPiù
 

“C.L.N. Veneto, Badii: in 20 imputati a Vicenza perché siamo per tasse solo a Serenissima Repubblica”

 

Fino ad oggi il nome di Patrizia Badii non mi diceva nulla e poco sapevo del Comitato di Liberazione Nazionale Liberazione Veneto (CNL Veneto).

Ma, nel primo pomeriggio, esco dalla penultima udienza del secondo processo in due giorni (…..) e vedo, guardato a debita distanza da un numeroso manipolo di poliziotti, un folto gruppo di manifestanti, rumorosi ma pacifici, con le bandiere del Leone di S. Marco e con gli striscioni inneggianti proprio al Comitato di Liberazione Nazionale Veneto.

Mi avvicino, chiedo a chi posso rivolgermi per conoscere il perché del sit-in e mi viene indicata Patrizia Badii, che mi si presenta con un grande ma determinato sorriso, un residuo accento fiorentino e la qualifica di “componente dell’Autorità Nazionale Veneta e responsabile della Difesa…” oltre che di imputata, insieme ad altri più di 20 membri del C.L.N. Veneto nel processo istruito a Vicenza con indagini partite nel 2017 per “associazione a delinquere e istigazione a non pagare le tasse“.

Come si fa, dopo due udienze consecutive di due dibattimenti diversi, altri processi in arrivo e qualche condanna già comminatami, solo perché scrivo quello che avviene e quello che vedo, da uno Stato di cui ancora accetto l’autorità ma che stimo sempre di meno, a non ascoltare questi “imputati”?

Loro sono accusati di non voler pagare le tasse a questo Stato, in cui non si riconoscono perché vogliono che rinascano le nazioni storiche della “penisola italica, tutte belle ma tutte diverse…“, in base, dice Patrizia Badii, a convenzioni e norme internazionali che consentirebbero di pagarle, invece, agli stati “da liberare dall’occupazione” se esiste un C.L.N. che li rappresenti e li coordini.

 

E, dopo aver ascoltato la fiorentina Badii (“Veneto è chi veneto fa“, è così che… “annette” anche me) condannare “lo Stato italiano che istruisce processi se uno dice la verità“, come si fa a non “offrire” alla libera valutazione di tutti le sue ragioni storiche per la “liberazione” delle varie nazioni che esistono nella penisola tanto più che tra gli avvocati che difendono lei e gli altri più di venti imputati c’è il cassazionista veneziano Lorenzo Fogliata, già mio legale quando, per altri motivi, lottavo comunque a Roma, e, oltre tutto, grande studioso e cultore dell’indipendentismo?

Tanto più che Patrizia Badii, la Serenissima fiorentina, trattiene alla fine a stento le lacrime tra i cori dei suoi perché lei in un mondo di comode convenienze è disposta a pagare per i suoi ideali.


 

☆ LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI? ☆
Mercoledì 11 Settembre 2019 a Vicenza ritornerà in scena il teatro del grottesco…

 

Ebbene sì, nel paese ove la metà abbondante della cittadinanza rientra nella categoria degli ANALFABETI FUNZIONALI, esistono dei tribunali.

L’assurdità continuerà a farla da padrone, coerente a se stessa, pur di giustificare la totale incongruenza entro la quale si muove?

☆ La Legge 881/77 parla chiaro. ☆

Uno stato in DIFETTO ASSOLUTO DI GIURISDIZIONE nei Territori Veneti (D.Lgs. 212/2010), che continua a sperperare denaro pubblico e persevera nel voler mantenere sotto processo degli individui “colpevoli di rivendicare” soltanto l’applicazione di leggi da esso stesso promulgate, che cos’è?

☆ La Legge 881/77 parla chiaro. ☆

Accusare degli AUTODETERMINATI di “associazione a delinquere” e di “istigazione a non pagare le tasse”, cosa può essere, se non una stolta ed ostinata contraddizione?

Ditecelo Voi, per favore, aiutateci a comprendere, perché noi abbiamo tentato invano.

UNA COSA È CHIARA A TUTTI:

LE IDEE FANNO SEMPRE PAURA,

PIÙ DELLE ARMI… MOLTO DI PIÙ!

LO SAPPIAMO E LORO LO SANNO.

Tra le varie amenità, nei verbali di accusa ci sono presenti anche delle falsità inventate di sana pianta, pur di confezionare un pacchetto di accuse.

LA DENUNCIA DEGLI INDIPENDENTISTI NEI CONFRONTI DI ESPONENTI DELLE FORZE DELL’ORDINE continua imperterrita.

Siamo sempre più curiosi di sapere come andrà a finire l’intera vicenda.

 

CLNVENETO.NET

WSM

 


11-09-2019 TRIBUNALE DI VICENZA
“UNITI CON I NOSTRI FRATELLI”

 

 


MESSAGGIO AL POPOLO VENETO IN AUTODETERMINAZIONE

 

L’Autorità Nazionale Veneta, emanata dal C.L.N.Veneto, come previsto dall’Art. 96.3, I° Protocollo della Convenzione di Ginevra 1977 – legge n.762/1985 del 11 dicembre

COMUNICA

che ha dato incarico ad un avvocato estero di Diritto Internazionale, di seguire a livello giuridico il C.L.N.Veneto nel suo percorso di decolonizzazione e ad un noto avvocato veneto, favorevole all’indipendenza dei Territori Veneti, di essere la controparte referente in loco per il Comitato stesso.

L’avvocato veneto, vagliati tutti i documenti finora prodotti dal C.L.N.Veneto, ha deciso di spendersi volontariamente per la causa, l’avvocato estero, invece, ha costi di parcella che richiedono l’aiuto di tutti gli autodeterminati.

Considerando di fondamentale importanza l’interazione avviata tra i due succitati avvocati, abbiamo ritenuto opportuno evitare di farne i nomi in chiaro per tutelarli.

Chiediamo a tutti Voi la partecipazione a questo GRANDE PROGETTO DI INDIPENDENZA, che ha iniziato a prendere forma e ad essere sempre più definito.

Lo stesso stato occupante inizia ad interloquire, attraverso i suoi funzionari, con il nostro Comitato, e prova ne sia l’incontro avvenuto e verbalizzato il 2 agosto scorso, presso la sede dell’Agenzia delle Entrate della Regione Veneto di Marghera (VE).

La copia del verbale è disponibile per il download, nel sito: WWW.CLNVENETO.NET

L’avvocato estero ha dato conferma, che la legge sull’Autodeterminazione dei Popoli è un diritto fondamentale, come sancito nel Patto di New York del 1966, ratificato dallo stato occupante, con la Legge n. 881/77, ovvero è diritto cogente che lo Stato italiano DEVE rispettare, ed in caso contrario lo stesso verrà portato a giudizio presso la Corte Penale Internazionale (CPI).

Per quanto sopra, ne consegue che è LEGITTIMO a tutti gli effetti trattenere le proprie risorse economiche (estorte sotto forma di tasse, tributi e imposte italiane a chi ha sottoscritto la Dichiarazione di Nazionalità Veneta, facendola protocollare nel proprio comune di residenza), dandole in parte al proprio Governo Provvisorio di riferimento.

Attualmente è in corso la raccolta di documenti comprovanti le violazioni della Legge n. 881/77 da parte dell’occupante italiano, a danno dei nostri autodeterminati.

La DETERMINAZIONE ed il coraggio di Noi tutti assieme stanno facendo e faranno la differenza: il Vostro appoggio nella diffusione del percorso di decolonizzazione del C.L.N.Veneto è e sarà sempre di fondamentale importanza, com’è stato finora.

Grazie di Cuore a Tutti, per quanto avete già fatto, che fate e che farete in futuro.

Territori Veneti, 26-08-2019 Autorità Nazionale Veneta

 



PIU’ DI 100 AUTODETERMINATI IERI DAVANTI ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE PER ACCOMPAGNARE LA DELEGAZIONE DEL CLNVENETO

 

Ieri 2 agosto 2019 più di cento autodeterminati hanno pacificamente dimostrato la propria determinazione, accompagnando una delegazione dell’Autorità Nazionale Veneta del CLNV ad un incontro con esponenti della Direzione Regionale del Veneto dell Agenzia delle Entrate. Per conoscenza di tutti mettiamo a disposizione il verbale.

Download “Verbale agenzia delle entrate Marghera” Verbale-agenzia-delle-entrate-Marghera-02-08-2019.pdf – Downloaded 459 times – 744 KB

 



In molti ci chiedono:
COSA POSSIAMO FARE NOI PER AIUTARE IL PERCORSO DEL CLNV?

 
Potete parlare a tutti del percorso giuridico di autodeterminazione del popolo veneto e potete organizzare serate. Da settembre le serate dovranno essere organizzate su sale comunali o sale conferenze, in luoghi consoni e decorosi. Tutti insieme iniziamo ad “alzare l’asticella” e ad esigere il rispetto della L881/77 la quale prevede per lo stato occupante il dovere di “promuovere l’attuazione del diritto di autodeterminazione dei popoli e rispettare tale diritto”. Tre comuni in passato ci hanno accordato l’uso gratuito di sale comunali, altri non hanno ben recepito la legge. Nel sito www.clnveneto.net potete scaricare il pdf la “richiesta di diritto dell’uso di sale comunali a titolo gratuito” (compilando a mano). Il sito ora è disponibile anche in inglese.

CIÒ CHE FA LA DIFFERENZA PER L’OTTENIMENTO DEL RISULTATO È SOLO LA DETERMINAZIONE DI CIASCUNO DI NOI.

WSMARCO

 



VADEMECUM COME ADERIRE AL CLNV

 
Come faccio ad aderire al Comitato di Liberazione Nazionale Veneto?…..

Download “Come aderire al CLNV - Vademecum per gli autodeterminati” Vademecum-Come-aderire-al-clnv-1.pdf – Downloaded 48 times – 433 KB

 



IL COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE VENETO DIFFIDA IL DEMANIO ITALIANO AD ALIENARE I BENI DI PROPRIETA’ DEL POPOLO VENETO.

 
Diffida sull’alienazione dei beni demaniali, nullita degli atti di vendita di patrimonio demaniale (e di quote societarie di aziende pubbliche ubicati sui Territori Veneti Occupati…..

Download “Diffida il demanio italiano ad alienare i beni di proprieta' del popolo veneto” DIFFIDA-DEMANIO.pdf – Downloaded 189 times – 2 MB

 



VISITA DELLA DELEGAZIONE DEL C.L.N.VENETO AGLI UFFICI DELLA SORIT S.P.A DI RAVENNA.

 

Continua incessante l’azione informativa del Comitato di Liberazione Nazionale Veneto presso gli enti fiscali dello Stato occupante italiano e negli uffici degli enti privati abilitati alla riscossione per conto dello stesso, che per mezzo delle fasulle concessioni operano nelle provincie venete, in totale difetto assoluto di giurisdizione.
Dopo le visite all’agenzia di riscossione Abaco e vari uffici dell’Agenzie delle Entrate delle province venete – in ordine cronologico possiamo citare Treviso e Pordenone -, una nostra delegazione composta da nove persone autodeterminate, assieme ad un membro dell’Autorità Nazionale Veneta, si sono recati presso la sede legale della SORIT SpA, fuori dai confini nazionali, in via Travaglini a Ravenna (ITA).
Dopo la presentazione e alcuni rimpalli di competenze tra sportelli, la delegazione veniva fatta accomodare in sala riunioni, e ricevuta dal direttore, il dott. Riccardo Vioni, espletati i saluti di rito ha illustrato il percorso basato sul diritto all’autodeterminazione.
Puntualmente, sono state esposte la legge n. 881 del 1977 e il decreto legislativo n. 212 del 2010, che rispettivamente impongono la facoltà agli autodeterminati di trattenere le proprie risorse economiche, e il difetto assoluto di giurisdizione dello Stato italiano e a cascata di tutti gli enti per esso operanti.
Per corroborare l’azione informativa della delegazione è stato aggiunto, oltre agli articoli 2 e 10, anche l’articolo 28 della Costituzione italiana, disponente che: “I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici.” A questo punto del colloquio, il dott. Vioni, si è alzato in piedi e vistosamente seccato, dichiarando che nulla gliene fregava del CLNV, ha invitato maleducatamente la delegazione ad uscire alla svelta, con la minaccia di far intervenire i carabinieri, e soprattutto, rifiutando di ricevere copia delle leggi riportate in Gazzetta Ufficiale che la stessa delegazione intendeva depositare. I delegati, forti delle proprie ragioni, sono rimasti in loco declinando l’invito ad uscire del responsabile, in attesa dell’arrivo delle forze dell’ordine. Da lì a dieci minuti arrivavano i carabinieri della stazione locale. Rese le generalità, il responsabile del CLNV sottoponeva all’attenzione dei militari le motivazioni della presenza della delegazione in quegli uffici, e il tutto avveniva nel più assoluto rispetto dei ruoli.
Dopo un breve colloquio con il Comandante della “Benemerita” e il Dott. Vioni, questi ha dovuto prendere in carico le rimostranze della delegazione e trattenere la documentazione legale precedentemente trattata, firmandone ricevuta.
Ritenuto che l’azione informativa presso quell’ufficio fosse stata svolta adeguatamente, avendo notificato a chi di competenza la documentazione del caso, affinché si possa individuare il responsabile di future violazioni delle succitate leggi, la delegazione è rientrata.

L’attività d’informazione, quando viene applicata concretamente presentandosi di persona, assume tutt’altro rilievo, in quanto il ricevente intende che c’è effettivamente qualcosa di concreto oltre che il normale scambio epistolare, modificando così la percezione dell’argomento del trasgressore.

 



ALLE COMUNITÀ DEL COMELICO E SAPPADA

Lettera aperta del Comitato di Liberazione Nazionale Veneto

Download “Lettera aperta del Comitato di Liberazione Nazionale Veneto alle Comunità del Comelico e Sappada” ALLE-COMUNITÀ-DEL-COMELICO-E-SAPPADA.pdf – Downloaded 461 times – 285 KB



Replica alla prefettura di Verona

Replica alla prefettura di Verona alla loro comunicazione con oggetto: “Atti di rigetto di verbali redatti per violazioni amministrattive afferenti al C.d.S”

Download “Replica alla prefettura di Verona alla comunicazione oggetto: "Atti di rigetto"” REPLICA-PREFETTURA-VERONA.pdf – Downloaded 664 times – 538 KB


 

Avviso a tutti gli autodeterminati

Il Comitato di Liberazione Nazionale Veneto avvisa, visti i nuovi accordi di collaborazione presi con la SPF Consulting ‒ azienda specializzata per la consulenza gratuita sui consumi di luce e gas…

Download “AVVISO A TUTTI GLI AUTODETERMINATI 12-03-2019” avv_auto_deter_gas_4_6008355889268917383.pdf – Downloaded 437 times – 85 KB

 


 

Denuncia Procura militare di Roma

A seguito delle perquisizioni subite il 10 gennaio da molte Autorità Nazionali Venete del CLNV, ecco la denuncia depositata presso la Procura militare italiana di Roma.

Download “Denuncia Procura militare di Roma” DENUNCIA_PROC_MIL_ROMA-1.pdf – Downloaded 724 times – 2 MB

 


Patrizia Badii su Canale Italia

 “Giovedì 17, alle 6.00 del mattino su Canale Italia, Patrizia Badii, membro dell’Autorità Nazionale Veneta, sarà ospite del giornalista G.Versace per rappresentare il Clnv e raccontare gli atti intimidatori dello stato occupante su chi legittimamente applica il diritto internazionale”.

 


 

Un altro passo verso la libertà

 

Venerdì in aula gli ultimi imputati del processo Tanko 2, dopo che gli altri sono stati assolti in quanto costiture un’ associazione per l’indipendenza non è reato

 

 


 

Nuova Denuncia allo stato e la loro reazione

 

 

Oggi il CLNVeneto porta a processo alcuni rappresentanti dello Stato italiano denunciandoli per violazione del D.lgs. 212/2010 e dell’ordinanza RG n. 8022/2017 del giudice M.R.

Il PM voleva archiviare il caso ma il CLNV ha fatto opposizione all’archiviazione.

 

Proprio stamattina alle ore 6 circa, otto membri appartenenti al CLNVeneto vengono perquisiti nelle proprie abitazioni, sequestrati documenti e portati in Questura per il verbale.

L’udienza che doveva tenersi oggi alle 9.30 presso il Tribunale di Vicenza è stata rinviata al 22 marzo 2019 e nominato un altro GIP, in quanto il precedente risultava incompatibile con la vertenza in atto.

 

Democrazia o dittatura?

 

Link agli articoli articoli completi:
Operazione della Digos        Independentisti indagati e perquisiti…

 


 

A SCANSO DI EQUIVOCI…

 

Al fine di trasmettere efficacemente il proprio pensiero è indispensabile definire un linguaggio comune con i destinatari, e dare loro la possibilità di discernere per capire con chiarezza ciò che si vuole comunicare esattamente. Per evitare fraintendimenti della serie “sono responsabile di quello che dico, ma non di quello che capisci” e rendere quindi più agevole la comprensione dell’argomento trattato…

Download “Replica a Indipendenza Veneta a prova di nordisti e venetisti.pdf” Replica_Indipendenza_Veneta_a_prova_di_nordisti_e_venetisti-1.pdf – Downloaded 339 times – 349 KB

 

 

 

POSIZIONE DEL CLNV RIGUARDO AD ALTRI PERCORSI

 

“ Un popolo è tale quando vi è una forte consapevolezza identitaria, coesione, unità d’intenti, complicità e azione condivisa. Con questa comunicazione il CLNV prende ufficialmente posizione sull’atteggiamento individualista di tante, troppe persone, che ancora non hanno appreso appieno cosa significhi “diritto di autodeterminazione di un popolo.”

Download “Posizione rispetto ad altri percorsi” Comunicato-Trust.pdf – Downloaded 432 times – 163 KB

 

 

 

DEPOSIZIONE SPONTANEA
letta e depositata da Patrizia Badii il 5 luglio 2018
presso tribunale di Vicenza
  

“Deposizione spontanea letta e depositata da Patrizia Badii il 5 luglio 2018; quel giorno il giudice non ha emesso sentenza, preferendo passare il “problema” alla Corte d’Assise. Il 19 dicembre ci sarà la prima udienza presso il Tribunale di Vicenza per chi in prima persona ha avuto il coraggio di spiegare ai veneti la loro storia e i loro diritti e come farli valere, con serate aperte e tutti.

dichiarazione-spontanea-Patrizia-badii

Lo stato occupante, attraverso i suoi tribunali, ci muove accuse gravissime (associazione a delinquere e istigazione a ritardare le tasse), ma il CLNVeneto sta agendo seguendo quanto previsto dal Diritto Internazionale e lo stato italiano sta violando le sue leggi portandoci alla sbarra.
Lo stato italiano che non ha neppure la giurisdizione per sua stessa legge interna (d.Lgs.212/2010), viola le sue stesse leggi portandoci in tribunale.
Noi useremo questi stessi tribunali per rivendicare IL DIRITTO ALL’AUTODETERMINAZIONE DEL POPOLO VENETO, come prevede la L881/77 (ratifica del Patto di New York del 1966), con coraggio e determinazione.
La presenza del popolo Veneto a sostegno dei patrioti sarà importante alle ore 14.30, davanti al tribunale di Vicenza.

L’Autorità Nazionale Veneta

Download “Dichiarazione spontanea Patrizia Badii” dichiarazione-spontanea-Patrizia-badii.pdf – Downloaded 275 times – 258 KB

 

 

DENUNCIA AD ABACO

 

Le Amministrazioni locali di molti Comuni si avvalgono del servizio di riscossione delle tasse locali fornito dall’ente di riscossione Abaco S.p.a.

I metodi utilizzati da questa società sono illegittimi e di stampo intimidatorio.

I Sindaci, consapevoli complici , nonostante non abbiano alcun diritto di pretendere denaro da chi si è dichiarato di nazionalità veneta , pur di far cassa approvano questi metodi simil-mafiosi .

Per questo motivo il CLNV ha avviato una denuncia penale massiva contro Abaco Spa con la conseguenza che anche gli ipocriti politicanti italiani , che si fingono veneti al tuo fianco solamente quando è il momento di votarli! , siano consapevoli delle loro malefatte.

 

Download “Querela Abaco” QUERELA-ABACO.pdf – Downloaded 401 times – 78 KB

Download “Deposito della denuncia ad Abaco” Deposito_denuncia_Abaco.pdf – Downloaded 105 times – 337 KB

 

 

 

 

 

 

 


COS’É E COSA FA IL CLNVCOMITATO LIBERAZIONE NAZIONALE VENETO“?

Il CLN Veneto è un movimento di liberazione che rivendica tutti i territori Veneti occupati dallo stato italiano che vanno da Bergamo al Friuli e che non sono assimilabili all’ente amministrativo della “Regione Veneto” dello stato italiano.

Il “Comitato” persegue l’obiettivo della DECOLONIZZAZIONE DEI TERRITORI VENETI OCCUPATI, per affrancarsi dall’occupazione dello stato italiano, secondo quanto previsto dal DIRITTO INTERNAZIONALE.

L’OBIETTIVO del CLNV è che sempre più Veneti, presa coscienza della propria storia, dei propri diritti e dei propri confini territoriali, si AUTODETERMININO attraverso la DICHIARAZIONE DI NAZIONALITÀ VENETA e prendano coscienza di essere popolo storico e sovrano che rivendica il diritto all’autodeterminazione sancito dal Diritto Internazionale (patto di New York del 1966 ratificato dall’Italia con la L881/77).

Lo stato italiano, inoltre, per sua stessa legge risulta occupante i Territori Veneti de facto, ma liberi de jure grazie al DL 212/2010 riportato qui sotto:

  • 2799 – REGIO DECRETO – 3300 – 04/11/1866 COL QUALE LE PROVINCIE DELLA VENEZIA E QUELLE DI MANTOVA FANNO PARTE INTEGRANTE DEL REGNO D’ITALIA
  • 3260 – LEGGE – 3841 – 18/07/1867 COLLA QUALE E’ DATA FORZA DI LEGGE AL REGIO DECRETO 4 NOVEMBRE 1866,COL QUALE FU DICHIARATO CHE LE PROVINCIE DELLA VENEZIA E QUELLA DI MANTOVA FANNO PARTE INTEGRANTE DE REGNO D’ITALIA.

IL DIRITTO INTERNAZIONALE COSA DICE?

I movimenti/comitati/fronti di liberazione nazionale, come il Comitato liberazione nazionale Veneto Il CLNV, che ha notificato la sua fondazione all’OHCHR (Alto Commissariato dei Diritti Umani ONU) di Ginevra (Svizzera), sono soggetti di diritto internazionale qualificati dalla loro legittimazione internazionale basata sul DIRITTO ALL’AUTODETERMINAZIONE, sancito dal “Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici” adottato a New York il 19 dicembre 1966, ratificato dall’Italia con legge n.881 del 25 ottobre 1977, il quale dice testualmente:

PARTE PRIMA

art.1 comma 1: “Tutti i popoli hanno il diritto di autodeterminazione. In virtù di questo diritto, essi decidono liberamente del loro statuto politico e perseguono liberamente il loro sviluppo economico, sociale e culturale”

art.1 comma 2: “Per raggiungere i loro fini, tutti i popoli possono disporre liberamente delle proprie ricchezze e delle proprie risorse naturali senza pregiudizio degli obblighi derivanti dalla cooperazione economica internazionale, fondata sul principio del mutuo interesse, e dal diritto internazionale. In nessun caso un popolo può essere privato dei propri mezzi di sussistenza”

art.1 comma 3: Gli Stati parti del presente Patto, ivi compresi quelli che sono responsabili dell’amministrazione di territori non autonomi e di territori in amministrazione fiduciaria, debbono promuovere l’attuazione del diritto di autodeterminazione dei popoli e rispettare tale diritto, in conformità alle disposizioni dello Statuto delle Nazioni Unite.

PARTE SECONDA

art. 2 comma 1: Ciascuno degli Stati parti del presente Patto si impegna ad operare, sia individualmente sia attraverso l’assistenza e la cooperazione internazionale, specialmente nel campo economico e tecnico, con il massimo delle risorse di cui dispone, al fine di assicurare progressivamente con tutti i mezzi appropriati, compresa in particolare l’adozione di misure legislative, la piena attuazione dei diritti riconosciuti nel presente Patto.

art. 2 comma 2 : Gli Stati parti del presente Patto si impegnano a garantire che i diritti in esso enunciati verranno esercitati senza discriminazione alcuna, sia essa fondata sulla razza, il colore, il sesso, la lingua, la religione, l’opinione politica o qualsiasi altra opinione, l’origine nazionale o sociale, la condizione economica, la nascita o qualsiasi altra condizione.

Gli scopi dei movimenti, comitati e fronti di liberazione nazionale tra i quali il ClnVeneto

Vengono pertanto riconosciuti a motivo dei loro scopi, quali:

  • la lotta per liberarsi dalla dominazione coloniale

    Esempi: etnocidio del Popolo Veneto con l’occultamento della storia ; tutti i prefetti nei Territori Veneti NON sono VENETI; 19 miliardi di residuo fiscale derubato ogni anno per mantenere corruzione e burocrazia italiani

  • la lotta per liberarsi da un regime razzista

    Esempi: cariche pubbliche per clientelismi e controllo territoriale in mano a forze NON venete, prefetti e forze militari in primis

  • la lotta per liberarsi da un’occupazione straniera

    Esempi : I Territori Veneti sono stati occupati 151 anni anni fa dai Savoia con un referendum truffa sotto occupazione militare con “cessione dei Territori Veneti” due giorni prima del referendum del 21-22 ottobre 1866, quindi non legittimo.

Le motivazioni del CLNV e di tutti i movimenti di liberazione

Un movimento di liberazione nazionale agisce in nome di un intero popolo; come aggregato organizzato di individui diviene destinatario legittimo delle norme del diritto internazionale; trattasi di un gruppo di esseri umani uniti da vincoli storici, etnici, religiosi, culturali.

CLNV “Venetian National Liberation Commitee”

clnv

Official Logo and Website

CLNV-COMITATO LIBERAZIONE NAZIONALE VENETO-CLN Veneto

Venetian Flag

Republic of San Marco

 


WHAT IS IT AND WHAT DOES THE CLNV ” VENETO NATIONAL LIBERATION COMMITTEE “?

The CLN Veneto is a liberation movement that claims all the territories of Veneto occupied by the Italian state that go from Bergamo to Friuli and that cannot be assimilated to the administrative body of the “Veneto Region” of the Italian state.

The “Committee” pursues the objective of the DECOLONIZATION OF THE VENETIAN OCCUPIED TERRITORIES, in order to free themselves from the occupation of the Italian state, according to the provisions of INTERNATIONAL LAW.

The CLNV OBJECTIVE is that more and more Venetians, having become aware of their own history, their rights and their territorial boundaries, SELF-DETERMININE themselves through the DECLARATION OF VENETIAN NATIONALITY and become aware of being historical and sovereign people who claim the right to self-determination sanctioned by international law (New York pact of 1966 ratified by Italy with law L881 / 77).

The Italian state, moreover, by its own law is occupying the de facto Venetian territories , but free de jure thanks to the DL 212/2010 reported below:

  • 2799 – REGIO DECRETO – 3300 – 04/11/1866 WITH WHICH THE PROVINCE OF VENICE AND THE PROVINCE OF MANTOVA MAKE AN INTEGRAL PART OF THE KINGDOM OF ITALY
  • 3260 – LAW – 3841 – 18/07/1867 GLUE WHICH IS GIVEN THE LAW FOR THE REGIO DECRETO 4 NOVEMBER 1866, WHICH WAS DECLARED THAT THE PROVINCE OF VENICE AND THE PROVINCE OF MANTUA ARE INTEGRAL DE DE UNITED KINGDOM.

INTERNATIONAL LAW WHAT DOES IT SAY?

The national liberation movements / committees / fronts, such as the Veneto National Liberation Committee The CLNV, which notified its foundation to the OHCHR (UN High Commissioner for Human Rights) in Geneva (Switzerland), are subjects of international law qualified by their international legitimacy based on the RIGHT TO SELF-DETERMINATION, sanctioned by the “International Covenant on Civil and Political Rights” adopted in New York on December 19, 1966, ratified by Italy with Law No. 881 of October 25, 1977, which states verbatim:

PART ONE

– Article 1 paragraph 1 : “All peoples have the right to self-determination. By virtue of this right, they freely decide on their political status and freely pursue their economic, social and cultural development “

– Article 1 paragraph 2 : “To achieve their goals, all peoples can freely dispose of their wealth and natural resources without prejudice to the obligations deriving from international economic cooperation, based on the principle of mutual interest, and from international law. In no case can a people be deprived of its livelihood “

– Article 1 paragraph 3 : The States Parties to the present Covenant, including those which are responsible for the administration of non-autonomous territories and territories in trust, must promote the implementation of the right of self-determination of peoples and respect this right, in accordance with the provisions of the United Nations Statute.

SECOND PART

– art. 2 paragraph 1 : Each of the States parties to the present Covenant undertakes to operate, both individually and through international assistance and cooperation, especially in the economic and technical field, with the maximum resources available, in order to progressively ensure with all appropriate means, including in particular the adoption of legislative measures, the full implementation of the rights recognized in the present Covenant.

– art. 2 paragraph 2 : The States parties to the present Covenant undertake to guarantee that the rights set forth therein will be exercised without any discrimination, whether based on race, color, sex, language, religion, political opinion or any other opinion, national or social origin, economic status, birth or any other condition.

The aims of the national liberation movements, committees and fronts including the ClnVeneto

They are therefore recognized for their purposes, such as:

  • the struggle to free itself from colonial domination

    Examples: ethnocidio del Popolo Veneto with the concealment of history; all the prefects in the Venetian territories are NOT VENETIANS; 19 billion of fiscal residue robbed every year to maintain Italian corruption and bureaucracy

  • the struggle to free themselves from a racist regime

    Examples: public offices for clientelism and territorial control in the hands of forces NOT from Veneto, prefects and military forces in the first place

  • the struggle to free themselves from a foreign occupation

    Examples: The Venetian territories were occupied 151 years ago by the Savoys with a fraud referendum under military occupation with “sale of the Venetian territories” two days before the referendum of 21-22 October 1866, therefore not legitimate.

The motivations of the CLNV and of all the liberation movements 

A national liberation movement acts in the name of an entire people ; as an organized aggregate of individuals itbecomes a legitimate recipient of the norms of international law; it is a group of human beings united by historical, ethnic, religious and cultural ties

CLNV “Comitato Liberazione Nazionale Veneto”

CLN Veneto – Official Logo and Website

clnv

 

Venetian Flag – Republic of San Marco

CLNV-COMITATO LIBERAZIONE NAZIONALE VENETO-CLN Veneto


 

en version

Stato e Settore Privato

Stato e settore privato insieme, in nome del mero profitto, contro il diritto di autodeterminazione e i diritti umani.

PROCESSO TANKO 15/05/2017

INFO e PRENOTAZIONE

VERONA telefonare al 3391151520

TREVISO telefonare al 3461249775

VICENZA telefonare al 3461249775

PROCLAMA AV101/2017

COMITATO LIBERAZIONE NAZIONALE VENETO
Protocollo n. AV101/2017 Vicenza, 25 Gennaio 2017

PROCLAMA DE L’AUTORITÀ NAZIONALE VENETA

L’Autorità Nazionale Veneta emanata dal Comitato di Liberazione Nazionale Veneto secondo quanto previsto dal Protocollo Aggiuntivo alla Seconda Convenzione di Ginevra del 1977

RENDE NOTO CHE

i G.I.R. (Gruppi di Intervento Rapido) della Protezione Civile del Popolo Veneto e molti membri de L’Autorità Nazionale Veneta saranno presenti Venerdi 27 Gennaio dalle ore 7.00 presso l’ abitazione della famiglia Spezzapria in Via Levà 58 a Piovene Rocchette (Vicenza) per svolgere il proprio ruolo istituzionale di contrasto all’illegalità delle entita’ giudiziarie dello stato occupante italiano che sono sul punto di perpetrare l’ennesimo esproprio di una abitazione privata appartenente ad un soggetto di Nazionalità Veneta registrato presso l’Anagrafe delle Genti Venete del Comitato di Liberazione Nazionale Veneto.

INVITIAMO PERTANTO TUTTO IL POPOLO VENETO

ad essere presente al nostro fianco come DOVERE CIVICO DI PATRIOTI VENETI nel contrastare con i mezzi previsti dal Diritto Internazionale le azioni illegali intimidatorie dello Stato Occupante Italiano fino a che più nessuna autorità italiana riesca più a toccare, sfrattare, sequestrare nessuna proprietà o soggetto di nazionalità Veneta.

CON SAN MARCO PER LA LIBERTÀ DEL NOSTRO POPOLO.

L’AUTORITA NAZIONALE VENETA

VIDEO Hotel Noris

Link diretto: ” https://youtu.be/RR-0ZKExExc ”
Il video spiega il percorso di DECOLONIZZAZIONE del Veneto del Comitato di Liberazione Nazionale Veneto.

 

Modulo restituzione tessera elettorale.

In questa pagina puoi scaricare il modulo per restituire
la tua tessera elettorale allo stato occupante.

Clicca nell’immagine sotto per scaricare il modulo da stampare.

 

immagine_rigetto_tessera_elettorale_italiana

Scarica Locandine Serate CLNV

In questa pagina trovi il link dal quale puoi scaricarti tutte le locandine in alta risoluzione per la stampa.


pdf_download

Clicca sull’immagine PDF qui a sinistra per scaricare le locandine per pubblicizzare le serate.

 


icona-home-eventi-copia

A questo LINK  puoi accedere senza password e vedere le serate
in programmazione, anche in forma calendario.
Clicca poi su “ACCEDI ALL’ AREA PUBBLICA” quando si apre la nuova finestra. Non serve inserire la password.

 

 


Se i link non dovessero funzionare manda una mail a press @ clnveneto.net

Private: TOSI: VI SPIEGO PERCHÈ VICENZA SARA’ ESPULSA DALL UNESCO

Giovedì 27 Ottobre 2016 ore 18:30

ANFITEATRO MARITTIMO BERICO “Porto degli Angeli” e HOTEL VILLA MICHELANGELO

ARCUGNANO

TOSI: VI SPIEGO PERCHÈ VICENZA SARA’ ESPULSA  DALL UNESCO

Programma

18:30 Ricevimento presso il Teatro dell’Hotel delle Autorità, Giornalisti, Critici, Addetti ai lavori, Pubblico.

18:45  Introduzione : Correlatore Franco von Rosenfranz (prov. UCLA University L.A.- USA)

19:00 La Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Una presa di coscienza sul valore e significato della Civiltà. Origine e sviluppo dal 1975 ad oggi. Presentazione del programma Unesco sul Patrimonio Mondiale edil contesto del problema Vicenza.tosi_new

Relatore/i : Prof. Maurizio Tosi, Docente Cattedra Preistoria-Protostoria Univ. Bo. Visiting-Professor presso il Dip. Antropologia Università Harvard-Cambridge, e V.P. Antropologia, Wellesley College, USA

19:45 Dibattito

La conferenza si propone di offrire informazioni sul difficile percorso non privo di pochi sacrifici effettuato nel 1994 da  una squadra di imprenditori e studiosi che insieme riuscirono a inserire Vicenza nel Patrimonio UNESCO. Il noto archeologo prof. Maurizio Tosi anticiperà inoltre le motivazioni tecniche che purtroppo non permetteranno più a Vicenza di Godere del marchio Turistico Heritage .

Parte del Complesso Monumentale  dell’antichissimo AnfiteatroMarittimo Berico  di Arcugnano

anfiteatro

20:30 inizio di un altro breve tema: La Separazione del Popolo Veneto da Roma ricalcata sul modello Ceco-Slovacco.

21:30 Inoltre, mediante visita guidata , per i gentili ospiti delle conferenza nel rispetto del Patto Cancelli Aperti, dall’accesso della Porta 6 , salvo maltempo, è prevista una apertura straordinaria su tutto lo spettacolare Complesso Monumentale all’Anfiteatro Marittimo Berico – Casa di Giulia – Commanderia Templare di Romeo.

COSTO : Per i partecipanti e iscritti alla Tutela Genti Venete del CLNVeneto è previsto una offerta libera . Comprendente la partecipazione alla conferenza, la Mostra Fotografica, la Visita Itinerante guidata in Anfiteatro Marittimo Berico alla Casa di Giulia e alla Commanderia Templare di Romeo.

Attenzione: Scarpe da rampicata e abbigliamento caldo adeguato e prestanza fisica sono indispensabili per chi desidera partecipare a questo tour itinerante sotto le stelle che scende e sale per una dislivello di 100 metri ( equivalente a 102 gradinate ).

All’ esaurimento posti, in Hotel Michelangelo, anche dal Complesso Monumentale dell’ANFITEATRO MARITTIMO BERICO, dentro la “Sala della Sezione Aurea” (Casa di Giulia, antistante i Giardini della Cavea superiore) sarà comunque possibile seguire la conferenza in streaming .

INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA

VICENZA BOCCIATA

Contestualmente alla conferenza del prof. Maurizio Tosi, all’Apertura Straordinaria dell’Anfiteatro, alla escursione itinerante dei suoi 102 livelli, sopra la cavea superiore, negli spazi del Giardino delle Lanuginosa (Giulia) apre la mostra Fotografica: “VICENZA BOCCIATA

Le immagini d’autore sono a cura di Marta Ongaro e Noemi Scolaro e sarà prevista la partecipazione del fotografo Franco Fontana oltre che di alcuni tra più bravi  fotografi  internazionali . Altri fotografi potranno intervenire liberamente in una successiva una fase .I candidati potranno cimentarsi attraverso tecniche di fotomontaggio così presentando semplici e concreti suggerimenti per uscire dall’impasse degli inestetismi  paesaggistici che affliggono oggi i punti di accesso alla città di Vicenza .

PS: Nei giorni successivi al 27 c.m. fino al 29 Gennaio 2017 Mostra e proposte, saranno aperte esclusivamente ai visitatori che prenotano la proprira visita del Complesso Monumentale.

Organizzazione : Ideapolis Padova

PER PRENOTAZIONE DI BIGLIETTI PER ENTRARE SCRIVERE A press@clnveneto.net INDICANDO IL PROPRIO NOME E COGNOME E QUANTI BIGLIETTI DESIDERATE.

Per chi desidera può scaricare il programma completo da qui.

 

Il percorso di libertà del Popolo Veneto tra Storia e Diritto

ISCRITIVI ALL’EVENTO DI DOMENICA 2 OTTOBRE 2016 PRESSO

Anfiteatro Marittimo Berico “Porto degli Angeli”

Via Fontega, 50, 36057 Arcugnano

L’Anfiteatro più antico al mondo costruito sotto il tempio di Giano dai padri fondatori del Popolo Veneto approdati qui dall’Adriatico circa 1.200 anni prima di Cristo e 500 anni prima della fondazione di Roma.
Una perla incastonata tra i colli Berici. Un luogo carico di sacralità pagana paleo-veneta.
Un antico approdo fluviale. Il luogo dove Luigi Da Porto fece iniziare la storia d’amore tra Giulietta e Romeo poi ripresa da Shakespeare.  Un monumento straordinario ed incredibile che vi lascerà senza fiato e senza parole.

Domenica 2 Ottobre, dalle ore 15 alle ore 17, l’Anfiteatro Marittimo Berico “Porto degli Angeli” sarà la casa del #ComitatoLiberazioneNazionaleVeneto, grazie all’ospitalità del filantropo e patriota veneto Franco Von Rosenfranz. Insieme a voi respireremo ciò che non abbiamo mai respirato e vedremo ciò che non abbiamo mai visto. La riscoperta delle nostre origini, della nostra storia ed il diritto di tornare ad essere liberi Veneti in terra Veneta. Dalle pietre del passato ricostruiamo il nostro futuro.

RELATORI:
FRANCO VON ROSENFRANZ: “L’anfiteatro Porto degli Angeli e la sua storia”
GABRIELE PERUCCA: “#CLNV: Il percorso di libertà del Popolo Veneto. La decolonizzazione”

– ENTRATA LIBERA CON OFFERTA VOLONTARIA (l’incasso sarà devoluto al recupero completo dell’Anfiteatro Marittimo Berico)
– CONSIGLIATA TENUTA SPORTIVA CON SCARPE GINNICHE
– IN CASO DI PIOGGIA L’EVENTO SARA SPOSTATO A DATA DA DEFINIRE.

photo_2016-09-26_21-13-47

CLICCA QUI PER ISCRIVARTI

Modulo Serate

Serate

L’AROGANTHA DELE FORXE DE OCUPATHION TALIANE IN TERA VENETA

abuso-di-potere388x220In seguito all’articolo pubblicato dal Messaggero Veneto in data 24 agosto, questo è il link, riguardo l’arresto del patriota veneto Massimiliano Moscatello siamo a precisare quanto segue:

Massimiliano Moscatello non è un secessionista, (la secessione è percorso dei venetisti o di popoli come i Catalani che non hanno possibilità di decolonizzarsi) ma una semplice persona che come altre migliaia nel territorio ha preso coscienza di quali sono le sue origini e quali i suoi diritti di sovranità sul territorio veneto in base al diritto internazionale.
– la ricostruzione dei fatti presentata nell’articolo non corrisponde a quanto accaduto in realtà. Gli stessi Carabinieri della caserma di Sacile hanno confermato in udienza per la conferma dell’arresto davanti al GIP e al avv. Tapparo del foro di Udine, difensore di Massimiliamo Moscatello facente parte del pool di avvocati di fiducia del C.L.N.V., che non stavano facendo un posto di blocco, né un pattugliamento per un’indagine in corso, stavano semplicementeguidando verso est, quando hanno incrociato la macchina del Moscatello, persona a loro già nota, con lo stesso alla guida e con un’altra persona al fianco (una volta identificata risultava essere il padre..) a quel punto hanno girato la macchina e l’hanno voluto fermare” senza una ragione valida ma solo perchè, aggiungiamo noi, Moscatello è un patriota veneto.
– una precisa domanda  fatta in aula dall’avv. Tapparo ai Carabinieri coinvolti chiarisce la dinamica dell’accaduto:
avv. Tapparo: “come mai pur avendo riconosciuto macchina e conducente l’hanno voluto fermare per chiedere a quest’ultimo di identificarsi con obbligo di consegna dei documenti ?
Dopo un po’ di palese difficoltà, arriva una risposta vaga da parte dei Carabineri:  “perché il Moscatello è un soggetto che stiamo monitorando…

Risulta oltremodo chiaro come le forze dell’ordine italiane abusino abitualmente di tutti i cittadini, indipendentsti e non, sul territorio italiano riguardo alle procedure di identificazione, sia a piedi che alla guida di un veicolo richiedendo la consegna dei documenti, cosa non prevista nell’ordinamento giuridico italiano.

Ora la palla passa al giudice italiano il 1 Settembre quando ci sarà il processo per direttissima per “RESISTENZA PASSIVA” da parte di Moscatello.

Certo è che Massimiliamo Moscatello, non ha violato alcuna legge italiana riguardo l’identificazione e non riconoscendo l’autorità dello stato Italiano, porterà, supportato dal Comitato Liberazione Nazionale Veneto, davanti al tribunale internazionale questo caso di abuso nei suoi confronti.

C.L.N.V.
Ufficio Stampa


Aggiornamento News Stampa su LIBERO del 26/08/2016

articolo_pordenone_26-08-2016 copia

 

 

 

VIDEO Isola Vicentina 27 07 2016

“https://www.youtube.com/watch?v=uPnTYCIQOYI”

Private: F.A.Q. (Domande Frequenti)

  • DOMANDA:prova domanda

 

  • Risposta:
  • Prova risposta.
  • ®DOMANDA:
  • prova domanda
  • Risposta:
  • Prova risposta.
  • DOMANDA:
  • prova domanda
  • Risposta:
  • Prova risposta.

LE NUOVE PAGINE FACEBOOK – C.L.N.Veneto

COMUNICATO STAMPA 2306/16

Il continuo evolversi degli strumenti di comunicazione, il bisogno di raggiungere e informare sempre più persone, ci ha portato a creare e ridisegnare le nostre pagine Facebook istituzionali in modo da consentirci di avere una visione più ampia di quello che oggi ci accade attorno.
Prima di entrare nel dettaglio delle nuove pagine, vi informiamo che la pagina Sindacato del Popolo Veneto è stata rinominata Tutela Gens Venete, per distaccarci definitivamente da una parola come sindacato che tanto ci ricorda l’Italia. La pagina CLNVeneto è ribattezzata Venetian History, mentre quella C L N Veneto sarà d’ora in poi rinominata Registro Genti Venete.
Queste pagine completano il ruolo trainante di questa pagina istituzionale CLNVeneto dalla quale vi scriviamo, arricchita dal nuovo logo che ci accompagnerà verso il compimento della decolonizzazione.

new_logi

Ecco il dettaglio delle nuove pagine:

Venetian History: per conoscere, informare, postare la vera storia delle nostre Terre, il nostro passato, gli inganni perpetrati a noi e ai nostri avi da parte degli stati che ci stanno illegalmente occupando da 219 anni.  venetia_history
Venetian Freedom: una pagina “press” per dare spazio alle diverse realtà del nostro territorio e far conoscere i diversi movimenti di liberazione presenti anche nelle altre nazioni della penisola Italica venetia_freedom
– Registro Genti Venete: la pagina dell’Anagrafe del Popolo Veneto. Per chi vuole registrarsi e avere tutta la documentazione necessaria per iniziare il percorso di autodeterminazione attraverso il CLNVeneto, soggetto di diritto internazionale. registro_genti_venete
Tutela Gens Venete : pagina che informa delle attività sul territorio in divesa di chi si dichiara di nazionalità veneta.  logo_tutelagentivenete_fb

C.L.N.Veneto
Ufficio Stampa / Comunicazione
Francesco Cicchelero

PAGINA FACEBOOK CLNVENETO

COMUNICATO 13465/06 – DIV

Si comunica che a partire dal 12/06/2016 la pagina istituzionale facebook del COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE VENETO, per decisione della Direzione Investigativa Veneta in materia di comunicazione e organi di stampa, è stata restituita ai legittimi titolari della proprietà intellettuale.
Il procedimento in via urgente è stato reso effettivo in seguito alle numerose denunce e segnalazioni pervenute presso i nostri uffici nei confronti dei precedenti amministratori illegittimi della pagina per diffamazione, calunnia, nei confronti di soggetti terzi, appropriazione indebita e informazioni altamente lesive e distorte riguardo procedure amministrative e burocratiche di organizzazioni internazionali quali l’O.N.U.
A partire dalla data sopra indicata, quindi, la pagina torna ad essere ad uso informativo esclusivo dell’Autorità Nazionale Veneta emanata dal C.L.N.V. come previsto dall’art. 96.3 del Protocollo Aggiuntivo alla Convenzione di Ginevra del 1977 e che si è costituita parte lesa nella procedura presso la Corte Penale Internazionale.
Per completamento di informazione, il sito web ufficiale corrispondente a questa pagina è www.clnveneto.net come previsto, indicato per nota ufficiale da parte dell’Ufficio Stampa e Comunicazione del CLNV.

GRANDE OCCASIONE

DENTRO LA REPUBLICA VENETA

#CLNV A COSTABISSARA (VICENZA) – 08/06/2016

Sala Riunioni del Centro Ippico ND HORSES

Serata intensa ed emozionante quella tenuta dal #CLNV a Costabissara (Vicenza). Contenuti di alto livello e un pubblico in sala attento e partecipe.

La serata è stata divisa in tre momenti :

811718820_164144_39554606850088729091. Parte storica: tenuta da Francesco Cicchelero, come al solito bravo, incisivo e passionale. Ha parlato della storia del Popolo Veneto e da dove partono le basi sulle quali sia possibile rivendicare la sovranità sui territori della Respiovega Veneta.

2. Parte giuridica – diritto internazionale: presentata da Gabriele Perucca, sempre molto preciso, puntuale e trascinato da una grande passione patriottica. E’ stata puntualmente spiegato al pubblico presente in sala il percorso di decolonizzazione e sono stati fatti anche chiari accenni  alla fresca vicenda delle espulsioni di 8 membri della Commissione Etica del #CLNV per gravi mancanze etiche e comportamentali.

423832094_116677_118601949170599676423. Parte sul Sindacato del Popolo Veneto e sui G.I.R.:  sviluppata da Patrizia Badii, passionale e determinata che ha spiegato come si tutelano i Veneti in autodeterminazione.  Anche qui un preciso accenno su chi ha deciso di rischiare la propria vita di rischiare per la libertà del Popolo Veneto e chi dice di essere Veneto fuggendo con la cassa di tutto il #CLNV. Accenni finali di Isacco Favaro che ha parlato dell’azione dei G.I.R.  nella marca trevigiana.

Gli ultimi approfondimenti 423829397_117941_15821038339712082128sono stati apportati da Maurizio Bedin, vero pozzo di sapere per ciò che riguarda la Serenissima con accenni note e storiche come sempre per lo più sconosciute al grande pubblico.

Alla fine, ampio spazio alle domande del pubblico in sala con precise risposte da parte di Orazio Scavazzon e degli oratori sopra citati.

#CLNV – UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE

 

 

ECCO LA RISPOSTA AD UNA DELLE TANTISSIME EMAIL ARRIVATE PER CHIEDERE SPIEGAZIONE SULLE RACCOMANDATE

Ciao Nik,

Purtroppo il sig. …… è stato espulso per gravi mancanze etiche e comportamentali dall’Assemblea Nazionale Veneta, ovvero Commissione Etica del Popolo Veneto, anche per queste mancanze nei confronti di chi doveva tutelare in modo CHIARO e LIMPIDO.
Lui era il Presidente del Sindacato e con le pratiche che riceveva doveva, previo compenso di una “tariffa” popolare per finanziare il Nostro Comitato, preparare il rigetto di tutte le varie ingiunzioni e gabelle dello Stato occupante.
Questa chiarezza che tu lamenti, è anche la nostra nei suoi confronti. In aggiunta, tutti i soldi raccolti con questo metodo, che ricordo dovrebbero essere a finanziamento del CLNV, non sono mai stati da lui rendicontati all’Assemblea stessa, nonostante i ripetuti “inviti” intimati.
Anche dopo l’espulsione, i rendiconti e la cassa stessa, NON sono stati ritornati all’ Assemblea. Tipico comportamento, normale in Italia, ma non per i ns valori istituzionali.
Quindi, noi vorremmo poter essere di maggior aiuto a te ed a molti altri nella stessa situazione, ma non avendo “mea culpa” avuto dubbi fino a poche settimane fa della sua onestà, anche noi siamo nella situazione di NON avere cassa e tesoreria, che dovrà essere ripristinata in modo equo e trasparente.
Ti chiediamo scusa della ns ingenua e mal riposta fiducia in colui che avrebbe dovuto essere il riferimento di aiuto per molti di voi e di noi, ma ti chiediamo di poter espletare l’invio delle raccomandate ricevute a tue spese. Anche perché non siamo in possesso delle pratiche inerenti.
Molti, che come te hanno fatto questa procedura di disdetta del pagamento RAI in bolletta, ancora non hanno nemmeno ricevuto tali documenti da spedire per R/R.
Assieme al sig. ….. sono stati espulsi altri 7 componenti e, probabilmente, dovremo giudicarne anche altri per lo stesso comportamento.
Ti chiediamo di avere fiducia nello zoccolo duro, onesto e fervido nella fede di portare il Popolo Veneto fuori dalla cloaca Italiana e insegnare ai Veneti a costruire una Nuova Repubblica all’insegna dell’esempio etico della Serenissima, dove vigevano princìpi etici a cui TUTTI dovevano sottostare; ed i primi a darne l’esempio erano proprio chi aveva l’onore, ma anche l’onere, di gestire la Cosa Pubblica. Pena, pagare in modo minimo doppio di un normale cittadino che si macchiava della stessa mancanza, fino alla pena massima. Il doge Falier ne fu d’esempio.
Serenissimi saluti.

COSTABISSARA

La serata di questa sera non è stata annullata

06-08 Costabissara (VI)

comunicato uffiale CLNV

STRUTTURA CLNV

LA STRUTTURA DEL C.L.N.V.
COMITATO LIBERAZIONE NAZIONALE VENETO

Il C.L.N.V. (Comitato Liberazione Nazionale Veneto) è legalmente costituito e dichiarato presso la O.N.U.

La sua struttura è tipicamente veneta con cariche pro-tempore ed un organo decisionale, la “Quarantia Etica” che lavora con un’unica finalità che è l’ottenimento della Decolonizzazione dei Territori Veneti occupati dall’Italia.

Attualmente il CLNV è formato da una 40 di persone operative così organizzate:

La nuova struttura del CLNV - Comitato di Liberazione Nazionale Veneto

C.L.N.V.
LA FORMA DELLO STATO:
GLI ORGANI ISTITUZIONALI


QUARANTIA ETICA

La Quarantia è l’organo SUPREMO di controllo etico e giuridico di controllo di tutte le attività del CLNV.
Funge da organo giudiziario come Tribunale Supremo e può bloccare atti emanati dall’Autorità Nazionale Veneta o dal Minor Consiglio entro 7 gg. dalla loro emanazione. Sovrintende alle nomine e alle destituzioni in seno all’Autorità Nazionale Veneta e al Minor Consiglio.
Alla Quarantia Etica spetta la gestione finanziaria del CLNV (Tesoreria) da sottoporre con obbligo mensile all’Autorità Nazionale Veneta –
Composto da 40 PERSONE


AUTORITÀ NAZIONALE VENETA

Come previsto dal 2° Protocollo Aggiuntivo alla Convenzione di Ginevra 1977.
E’ l’organo rappresentativo del Comitato di Liberazione Nazionale Veneto e gestisce le relazioni con le organizzazioni internazionali e gli stati terzi. Potere legislativo ed esecutivo parziale sulle scelte etiche e giuridiche del CLNV con eventuale vincolo di blocco o revisione da parte della Quarantia Etica degli atti emanati.
Formata dai componenti dell’ex Commissione Etica e dai membri dell’ex

 


MINOR CONSEJO

Funge da Consiglio dei “Saggi”.
Ha potere decisionale immediato su:
-azioni “politiche”
– economiche
– comunicazione
– 15 membri nominati dalla Quarantia Etica


L’Autorità Nazionale Veneta è l’organo politico rappresentativo del Popolo Veneto presso le organizzazioni internazionali e gli stati terzi come previsto dal 96.3 del Primo Protocollo Aggiuntivo alla Convenzione di Ginevra del 1977. L’Autorità Nazionale Veneta è attualmente formata dalla Commissione Etica in toto.

Oltre alla struttura legale, il C.LN.V. ha emanato la TUTELA GENTI VENETE (T.G.V.), organizzazione non governativa di appoggio, consiglio e difesa per tutti quei Veneti che si dichiarano in stato di autodeterminazione. All’interno della struttura della T.G.V. operano i Gruppi di Intervento Rapido che difendono sul territorio, con azioni tempestive, tutti i privati cittadini e imprenditori che dovessero essere vittime di azioni repressive messe in atto illegalmente e coercitivamente dallo stato occupante italiano.

tgv_organizzazione_noname

 

CLNV STRUCTUR

THE C.L.N.V. STRUCTURE
VENETO NATIONAL LIBERATION COMMITTEE

The CLNV (Veneto National Liberation Committee) is legally established and declared at the UN

Its structure is typically Venetian with pro-tempore offices and a decision-making body, the “Quarantia Etica” which works with a single purpose which is to obtain the Decolonization of the Venetian Territories occupied by Italy .

Currently the CLNV is made up of 40 operating people organized as follows:

La nuova struttura del CLNV - Comitato di Liberazione Nazionale Veneto

C.L.N.V.
THE FORM OF THE STATE:
THE INSTITUTIONAL BODIES

ETHICAL QUARANTY

 

It acts as a judicial body as the Supreme Court and can block acts issued by the Venetian National Authority or by the Minor Council within 7 days. from their emanation. Supervises appointments and dismissals within the Venetian National Authority and the Minor Council.
The Quarantia Etica is responsible for the financial management of the CLNV (Treasury) to be submitted to the Venetian National Authority with a monthly obligation –
Composed of 40 PEOPLE

VENETIAN NATIONAL AUTHORITY

s required by the 2nd Additional Protocol to the 1977 Geneva Convention.
It is the representative body of the Veneto National Liberation Committee and manages relations with international organizations and third states. Partial legislative and executive power over the ethical and juridical choices of the CLNV with possible blocking or revision by the Quarantia Etica of the issued documents.
Formed by members of the former Ethics Commission and members of the former

 

MINOR CONSEJOUS

Funge da Consiglio dei “Saggi”.
It serves as the Council of “Wise Men”.
Has immediate decision-making power over:
– “political” actions
– economic
– communication
– 15 members nominated by the Quarantia Etica

The Venetian National Authority is the representative political body of the Veneto People in international organizations and third states as required by 96.3 of the First Additional Protocol to the 1977 Geneva Convention. The Venetian National Authority is currently formed by the Ethics Commission in its entirety .

In addition to the legal structure, the C.LN.V. issued the VENETIAN GENTI PROTECTION (TGV), a non-governmental support organization, council and defense for all those Venetians who declare themselves in a state of self-determination. Within the TGV structure operate the Rapid Intervention Groups that defend all private citizens and entrepreneurs who are victims of repressive actions implemented illegally and coercively by the Italian occupying state, with timely actions.
tgv_organizzazione_noname

 

Dichiarazione di fondazione del C.L.N.V.

DICHIARAZIONE DI FONDAZIONE

FOND-01 001

FOND-02 001

INCONTRA IL C.L.N.V.

Sun Mon Tue Wed Thu Fri Sat
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
Malo (VI) 9:00
Malo (VI) @ Palazzo Corielli
Sep 12 @ 9:00 – 11:00
Malo (VI) @ Palazzo Corielli | Malo | Veneto | Italia
Scaricare PDF
Caprino Veronese (VR) 21:00
Caprino Veronese (VR) @ Sala civica
Sep 12 @ 21:00 – 23:00
Caprino Veronese (VR) @ Sala civica | Marche | Italia
Scaricare PDF
13
14
15
16
17
18
Occhiobello (RO) 9:00
Occhiobello (RO) @ Bar Arcobaleno
Sep 18 @ 9:00 – 11:00
Occhiobello (RO) @ Bar Arcobaleno | Italia
Scaricare PDF
19
20
21
22
23
24
25
26
Godega di Sant’Urbano (TV) 21:00
Godega di Sant’Urbano (TV) @ Hotel Ristorante Primavera
Sep 26 @ 21:00 – 23:00
Godega di Sant'Urbano (TV) @ Hotel Ristorante Primavera | Godega di Sant'Urbano | Veneto | Italia
ScaricarePDF
27
Bovolone VR 21:00
Bovolone VR @ Sala Consiliare
Sep 27 @ 21:00 – 23:00
Bovolone VR @ Sala Consiliare | Bovolone | Veneto | Italia
Scaricare PDF
Ca Sabbioni (VE) 21:00
Ca Sabbioni (VE) @ New RELAX
Sep 27 @ 21:00 – 23:00
Ca Sabbioni (VE) @ New RELAX | Venezia | Veneto | Italia
Scaricare PDF
28
29
30

CALENDARIO SERATE CLNVeneto

VIDEO da SCHIO 06 09 2016

Link diretto: ” https://www.youtube.com/watch?v=y6buWM4XkbI ”
Il video spiega il percorso di DECOLONIZZAZIONE del Veneto del Comitato di Liberazione Nazionale Veneto.

NB: La prima parte del Video ha l’audio distorto, ma poi migliora.
Scusate l’inconveniente, ma abbiamo montato l’apparecchiatura in tempi record.